martedì 17 dicembre 2013

Bargnani e NY fanno harakiri con i Wizard. Gli Spurs di Belinelli asfaltati dai Clippers





Doloroso ko per i Knicks di Andrea Bargnani che si perdono nel finale del match e cedono incredibilmente ai modesti Wizard per 102-101 al termine di una gara giocata davvero male. Dopo aver subito per tutta la prima parte, nel momento topico, sul -7, la truppa di Mike Woodson si sveglia. I liberi di Andrea Bargnani riportano la compagine newyorchese al +3 a 1’07’’ dalla sirena, Beal pareggia i conti con una splendida tripla e Udrih riporta avanti i padroni di casa con un uno su due dalla lunetta. Il finale e’ da harakiri. I Knicks hanno un fallo da spendere ma Beal batte in dribbling Udrih e da sotto porta avanti i Wizards (102-101). Mancano sei secondi al termine, ci sarebbe il tempo per un buon tiro, ma nè Anthony nè il coach Woodson chiamano timeout. Carmelo con tutta calma porta palla e alla fine e’ costretto a cercare una conclusione impossibile, ovviamente sbagliata. Per Bargnani alla fine 13 punti.
Ko pesante per Marco Belinelli e gli Spurs sconfitti dai Clippers 115-92 al termine di una gara contraddistinta da molti parziali e decisa nel quarto quarto. Belinelli gioca una gara discreta, e anche in una serata non felice al tiro, si dimostra pedina fondamentale per coach Popovich. Gigi Datome invece resta ancora a guardare, ma i suoi Pistons sono strepitosi protagonisti della notte Nba. A 24 ore di distanza dall'impresa sfiorata contro Portland, migliore squadra a Ovest, perdendo per un tiro all'ultimo secondo del supplementare dopo essere stati anche a +13 nel quarto periodo, Detroit sbanca il campo dei Pacers, miglior squadra Nba, con una prestazione mostruosa di Josh Smith. 96-101 il finale.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

Google+ Followers