domenica 22 dicembre 2013

Belinelli super, 28 punti e Warriors ko. "Agli Spurs per vincere il titolo"






Un Belinelli da urlo regala agli Spurs una strepitosa vittoria in casa dei Warriors. Il canestro finale è un tap-in di Tiago Splitter ma San Antonio senza Parker, Duncan e Ginobili gli Spurs viene trascinata da un Belinelli in serata magica, autore miglior prestazione in carriera.   102-104 il finale con il bolognese che fa segnare il suo nuovo career-high con 28 punti, con 6/8 da due e 4/8 da tre, migliorando quello di 27 realizzato proprio in maglia Warriors nel 2008. Diciassette punti di Beli sono arrivati nel solo 3° quarto, quello decisivo per prendere l'inerzia della partita, mentre sull'ultimo tiro, disegnato da Popovich per lui, l'azzurro ringrazia la giocata decisiva del brasiliano.   «Tiago è stato grandioso sul mio ultimo errore – ha detto Belinelli, intervistato a fine gara da David Aldridge della Tnt -, è stata una gara dura, ma abbiamo visto anche nel successo di ieri su Phoenix che non c'è nessuna partita facile. Non abbiamo mollato nel primo tempo, iniziando a difendere con maggior aggressività tra 2° e 3° quarto, e alla fine siamo stati premiati». Partita avvincente, con 17 sorpassi e dieci situazioni di parità, con gli Spurs che hanno sporcato le percentuali da 3 di Curry e compagni (8/31).  
OKC BATTE CHICAGO. Senza storia l'altra partita giocata nella notte fra Oklahoma City e Chicago. I Thunder (21-4) si impongono per 107-95 e continuano il momento magico: 16 vittorie di cui 8 consecutive nelle ultime 17 gare e 13 centri di fila alla Chesapeake Energy Arena.  Numeri da capogiro come quelli di Kevin Durant, per la tredicesima volta quest'anno oltre il muro dei 30 punti. Questa volta l'ala piccola dei Thunder ne mette a segno 32 (9/15 da due, 4/5 da tre, 2/2 tiri liberi) con un 13/20 al tiro. Bene anche Russell Westbrook con 20 punti e 10 assist. Fra i Bulls il migliore è Joakim Noah con 23 punti e 12 rimbalzi.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari