martedì 3 giugno 2014

La figlia di mister Ancelotti sceglie Capua per il suo matrimonio






L’allenatore che appena dieci giorni fa ha alzato nel cielo di Lisbona la decima Champions vinta dal Real Madrid, dopodomani accompagnerà sua figlia all’altare proprio in provincia di Caserta. Carlo Ancelotti, il tecnico che ha vinto tutto, sarà accanto alla sua Katia, 30 anni, che sposerà Mino Fulco, 29 anni, natali a Formia, ma cresciuto a Mondragone.  Sarà il matrimonio dell’anno con un programma tutto concentrato in Terra di Lavoro. A Capua per l’esattezza. La cerimonia religiosa comincerà alle 16.30 alla basilica benedettina di Sant’Angelo in Formis, capolavoro dell’architettura romanica del X secolo. Da lì lo spostamento sarà solo di poche centinaia di metri, per arrivare a Tenuta San Domenico, lussuoso relais della famiglia Di Cecio, esteso su dieci ettari.  È qui che inizierà la festa con tantissimi ospiti vip, a partire dai dirigenti del Real Madrid. Sono annunciati in 250 in una delle strutture di maggior suggestione della Campania. Non è esclusa la presenza anche di qualche calciatore della squadra campione d’Europa, tranne di quelli già in ritiro per il Mondiale con le rispettive nazionali. Sui dettagli si tenta di mantenere ancora il riserbo. Katia e Mino hanno scelto la tenuta capuana e la basilica su consiglio di un gruppo di amici. I due fidanzati gestivano insieme un centro pilates a Milano, ma non hanno optato né per le grandi ville lombarde né per lo sfarzo spagnolo e sono rimasti incantati da quest’angolo verdeggiante della provincia, ricco di storia e immerso negli ulivi, che attraverseranno per giungere alla dimora di charme. Lei è nota per aver partecipato, ormai dieci anni fa, alla trasmissione «Amici» di Maria De Filippi. Mino invece è finito l’anno scorso al centro delle accuse di nepotismo che la stampa spagnola ha riservato a mister Ancelotti. Il tecnico ha assunto infatti nello staff del Real Madrid sia Mino come nutrizionista sia il figlio Davide come preparatore atletico e giornali come «El Mundo» non sono mai stati teneri verso di lui.  Da Madrid sono attesi in tanti: tutte prenotate le camere della tenuta «San Domenico», diretta da Nara Di Cecio, ingegnere gestionale a cui si deve anche la raffinatezza degli arredi e degli addobbi nuziali. Nelle sale non saranno però di fronte al primo ospite d’eccezione. Anche l’ex calciatore del Napoli Fabiano Santacroce l’anno scorso festeggiò qui il suo matrimonio con Barbara Petrillo. E pure l’ex patron della Juvecaserta di basket, Rosario Caputo, è nell’albo d’oro della villa.  Già al lavoro la brigata di cucina, diretta dallo chef Ciro De Marino, vicecampione del mondo di cucina, capitano del «Campania Team», che quest’anno proverà a conquistare il titolo ai Mondiali in Lussemburgo. Tra le sue specialità i finger food, che saranno serviti agli Ancelotti. Un menu che rispecchierà la tradizione campana con incursioni anche nelle tipicità spagnole. Il primo? Sarà un panzarotto fritto, ma con un cuore interno tutto da scoprire.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari