martedì 31 marzo 2015

Marracash, guerra ai talent: "La tv è piena di gioppini. Ho detto no davanti agli assegni"

“In molti hanno pensato che il gioppino della tv di cui ho scritto nel post fosse J.Ax, direi che in molti l'hanno quasi dato per scontato. E se non avessi pensato a lui quando ho scritto il mio gioioso post sul traguardo raggiunto dal disco d'oro di Status?”. Dal suo profilo Facebook il rapper Marracash si schiera contro i talent show, che ultimamente hanno ospitato diversi colleghi: “Be', che il talent show The Voice – ha scritto dalla sua pagina Facebook - per me sia abbastanza pietoso, in effetti, non ci vuole molto ad intuirlo. 


Chi mi segue da anni e conosce la mia estrazione, la musica che faccio, i discorsi che porto avanti e la gran voglia di fumare crack che mi fa venire la tv italiana lo sa bene. E mi dispiace ma non sarà certo J.Ax giudice che mi farà venire voglia di seguire The Voice con entusiasmo: The Voice non mi è mai piaciuto, non mi piace e non mi piacerà mai. Detto questo, in verità la TV è piena di gioppini, stracolma, anzi, la schiacciante maggioranza è fatta di gioppini, gente pagata per divertirsi o mostrarsi anche quando non ne avrebbe voglia. Ormai si passa da un talent all'altro: finisce L'Isola Dei Famosi e comincia The Voice e Italia's Got Talent, poi finiscono e comincia Amici, finisce Amici e comincia X Factor, finisce X Factor e comincia Sanremo (pensate non sia un talent? Aspettate qualche mese...). E i talent show non sono nemmeno il 100% della tv italiana (anche se per la musica in tv lo sembrerebbero). Poi c'è Domenica In, Domenica Out, Domenica Live, ecc ecc ecc Meno male che c'è anche Sky. E meno male che c'è internet e youtube, così ognuno guarda quello che preferisce. Mi hanno invitato a condurre Mistero... Non me la sono sentita a pensare all'assegno mentre dovevo commuovermi per l'apparizione del fantasma di un alieno morto giovane. Mi hanno chiesto di Ballare Sotto Le Stelle, chissà perché a me. Boh. Anche Forte, Forte, Forte con la Carrà mi è sembrato un po' forte come esperienza tv. Eppure in certe situazioni so fingere bene anche io.
Quindi traduco il mio post interpretabile: sono fiero di avere ottenuto un gran disco d'oro (di 'sti tempi di crisi, nemmeno una settimana a Sanremo te lo garantisce..) senza compromessi e senza emozionarmi in tv per cose che non mi emozionano. Si tratta di celebrare i risultati ottenuti in seguito alle MIE scelte, non ha a che fare con quelle degli altri. Detto questo, grazie ancora per il responso che state dando a Status. Ci ho messo un po' a scriverlo e realizzarlo e voi ne avete capito ed abbracciato tutta la potenza e la bellezza che ho cercato di mettere nel rap che piace a me.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

Google+ Followers