mercoledì 8 luglio 2015

Mayweather, revocato il titolo vinto contro Pacquiao: ecco perché

La World Boxing Organization ha deciso di togliere il titolo dei pesi welter a Floyd Mayweather, che lo aveva conquistato il 2 maggio scorso nel 'match del secolo' contro Manny Pacquiao.
Passata la scadenza di venerdì, infatti, Mayweather non ha comunicato la rinuncia del titolo WBA dei superwelter, come avrebbe dovuto fare per mantenere il titolo dei welter nella WBO.
 


Secondo le regole della WBO - spiega l'emittente Espn - un pugile non può detenere un titolo mondiale in più classi di peso. Quando questo accade di solito ha dieci giorni di tempo per decidere in quale classe di peso vuole continuare a gareggiare, e dunque per scegliere quale titolo quindi vuole conservare e quale rendere vacante. A Mayweather, 38 anni, era stati dati due mesi di tempo. E lui stesso all'indomani del match con Pacquiao aveva assicurato che avrebbe lasciato vacante sia il titolo dei superwelter detenuto nella WBA sia l'altro titolo mondiale dei pesi welter detenuto con la WBC, motivando la sua scelta con la volontà di lasciare spazio ai pugili più giovani. Ma alle parole non hanno fatto seguito i fatti.
«La WBO - si legge nella risoluzione del suo comitato esecutivo - non ha avuto altra scelta. La WBO ha massimo rispetto per Floyd Mayweather e per tutti i risultati raggiunti nel corso della sua carriera. Ma Mayweather si è sempre affermato d'accordo e consapevole per quel che riguarda le regole a cui un campione della WBO deve attenersi». Ora il campione ha 14 giorni per fare ricorso. Ma per gli osservatori è improbabile che la WBO torni sui suoi passi. La WBA e la WBC, al contrario della WBO, hanno in passato abolito la regola del divieto di avere più titoli in classi di peso diverse.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari

Google+ Followers