Post in evidenza

Milly Carlucci: "Dovevamo ballare insieme sabato con Fabrizio, ora non vorrei andare in onda"

«Lui trattava con lo stesso rispetto il custode e il megadirettore, era disponibile e si intratteneva a parlare con chiunque lo fermasse, anche quando la trasmissione finiva». Milly Carlucci ricorda così Fabrizio Frizzi, suo partner di conduzione per tanti anni e un amico fraterno. I due si erano conosciuti nel 1993, quando iniziarono a presentare insieme Scommettiamo che.



«Ricordo che avevamo un camerino accanto all'altro, il suo era leggermente più grande e ha insistito moltissimo perché diventasse il mio. All'epoca non c'era ancora parità nei ruoli tra uomini e donne alla conduzione, ma per lui non era così» - ricorda Milly Carlucci al Corriere della Sera - «Ci eravamo sentiti pochi giorni prima, non avrei mai immaginato che sarebbe finita così. Mi aveva detto che si sentiva un po' stanco, ma che avremmo ballato insieme sabato prossimo durante Ballando con le stelle. In questi giorni c'è una squadra intera che sta soffrendo durante le prove della trasmissione, io sono quella più investita dal dolore. Ora vorrei solo stare chiusa in un angolo e piangere, non vorrei andare in onda, ma è l'azienda che decide e farò ciò che mi chiederanno».
Un dolore decisamente comprensibile, dopo un'amicizia fortissima durata 25 anni. Carlotta Mantovan, moglie di Fabrizio Frizzi, ha concesso a Milly un ultimo saluto al collega e amico prima della chiusura della bara: «Lasciarsi è stato brutale, è stato un distacco troppo doloroso e non è possibile immaginare Fabrizio senza il sorriso e quelle risate travolgenti e spontanee. Il suo amore più grande era la figlia Stella, mi mandava le sue foto via mail, era nato per fare il papà. Il mio pensiero è ovviamente per lei e per Carlotta: lei è una brava giornalista e vorrei venisse a lavorare in Rai, in fondo siamo una grande famiglia». 

Commenti